Archivio tag: ville vicenza

Vedute di Vicenza e del Teatro Olimpico nel 1700

Quattordici rare incisioni di Cristoforo Dall’Acqua, stampate in anastatica da Gilberto Padovan editore, su finissima carta d’arte, in tiratura limitata. 

di Franco Barbieri

Licisco Magagnato, commentando da par suo, nel 1952, e tornando in argomento nel 1956, rimane, nei confronti delle “Vedute di Vicenza” di Cristoforo Dall’Acqua, decisamente troppo severo. li Dall’Acqua, nato a Vicenza l’l aprile 1734 e mortovi il 10 novembre 1787, formatosi presso i Remondini di Bassano e, dal 1764, con un grande maestro incisore tedesco, il Wagner, a Venezia, era artista dalla tecnica sicura e godeva di non piccolo prestigio. Forse fuorviava l’amico Licisco la datazione, supposta per indizi pur meditati ma rivelatasi inesatta; l’esecuzione di quelle incisioni dovendosi, a conti fatti, spostare dall’ottavo decennio del ’700 al primo lustro, e non anche concluso, del settimo: diciamo al 1760-1764. Non, dunque, in prossimità o Continue reading “Vedute di Vicenza e del Teatro Olimpico nel 1700” »

Litografia “La Rotonda” (Andrea Palladio)

dsc_0322

Una rarità “Palladiana”

L’editore vicentino Gilberto Padovan ha scoperto nel 2008, in una casa privata, un raro acquerello del 1876, realizzato dall’artista austriaco P. Wohlschlager in un suo viaggio in Italia, raffigurante un’aulica immagine della Villa Capra, detta “La Rotonda”, di Andrea Palladio. Dall’originale, l’Editore ha stampato, in tiratura limitata su carta acquerello di pregio, della stessa dimensione dell’opera originale, cm. 85,5 x 55,5.ed esclusiva, alcune litografie d’arte.

L’acquerello esalta tutta l’intensità poetica e coloristica della villa palladiana che il pittore, affascinato dalla sua magnifica struttura, avvolta da un paesaggio ubertoso e incontaminato, ha colto e trasferito con vibranti tocchi di pennello sulla carta. Da un lato, dunque, l’iniziativa dell’editore Gilberto Padovan offre una ricapitolazione dell’esperienza e dell’eredità palladiana, patrimonio destinato a influenzare generazioni di architetti in tutto il mondo, dall’altro rivolge un omaggio a quello che è l’emblema principe del suo classicismo, all’invenzione di quella Rotonda dalla metafisica bellezza e, però, sapientemente immersa nella natura ovvero nella realtà del mondo e degli uomini. Una scelta non casuale , che conferma la linea – mai scontata – alla quale Padovan s’ispira nelle sue iniziative editoriali.

Parziale del centro storico da Monte Berico

(Elisanna Matteazzi Chiesa)

Centro storico di Vicenza visto da Monte BericoIn questa veduta si riconoscono scorci di alcuni dei monumenti ed edifici di quello che è il nucleo del centro storico cittadino: domina la Basilica Palladiana, che prende il nome dalle logge a serliana ideate da Andrea Palladio a recinzione del preesistente palazzo della Ragione. Continue reading “Parziale del centro storico da Monte Berico” »

Villa Capra detta “La Rotonda”

(Elisanna Matteazzi Chiesa)

Villa Capra la Rotonda VicenzaNel libro secondo, capitolo terzo de “I quattro libri dell’architettura”, Andrea Palladio, scrive: “Fra molti onorati gentiluomini si ritrova Monsignor Paolo Almerico che fu referendario di due sommi pontefici…  questo gentiluomo dopo aver vagato molti anni per desiderio di onore si ridusse a un suo suburbano monte ove ha fabbricato l’invenzione che segue, la quale non mi è parso mettere fra le fabbriche di villa per la vicinanza che essa ha con la città, onde si può dire che sia nella città istessa. Continue reading “Villa Capra detta “La Rotonda”” »

Parziale del centro storico verso Monte Berico

(Elisanna Matteazzi Chiesa)

Veduta parziale del centro storico verso Monte BericoLa raccolta di vedute di Vicenza si è aperta con la piazza dei Signori, dominata dalla Basilica palladiana, il monumento che rappresenta la città e della quale è il simbolo. Per le notizie storico-artistiche rimandiamo quindi alla tavola numero 1. Continue reading “Parziale del centro storico verso Monte Berico” »